venerdì 29 aprile 2016

Addicted series ♥ Hannibal

Hannibal - season 1-2-3
Ho preso la decisione di guardare questa serie per diversi motivi. Prima di tutto perché Hannibal è un personaggio che mi ha sempre affascinato, ho letto e adorato Il silenzio degli innocenti, mentre Hannibal e Red Dragon sono stati un interessante sviluppo, poi ero curiosa di vedere la trasposizione in serie di questo inquietante personaggio e infine durava solo tre stagioni. Quindi aveva una fine. Dopo i primi emozionanti episodi mi sono subito resa conto di aver fatto qualche errore di calcolo. Ogni puntata infatti è stata una lenta agonia verso un finale che mi ha lasciata con l’amaro e l’idea di aver perso tempo. La trama racconta di un giovane psichiatra Hannibal Lecter, che manipola diversi pazienti e collaboratori, tra cui Will Graham, un profiler dell’FBI di cui sarà ossessionato (reciproca ossessione) e Alana Bloom, psicologa e amica di Will. Hannibal non mangia semplicemente le persone. Lui le assapora e gli rende omaggio. Prepara manicaretti incredibili che serve alle più disparate figure della società americana. Tra questi anche al famoso Jack Crawford, agente dell'FBI, capo della sezione scienze comportamentali e sua moglie Bella. Nella prima stagione seguiamo una serie di delitti commessi dal medesimo assassino. Per catturare il serial killer viene chiamato a collaborare Will Graham, ma dati i suoi precedenti disturbi viene affidato alle amorevoli cure del dottor Hannibal Lecter. Da qui si scatena un rapporto ossessivo tra Hannibal e Will in cui tutto e tutti ruotano. Will scopre la verità e paga le conseguenze. Quando poi nella seconda stagione tenta di redimersi, pare in favore di Hannibal, si troverà messo alle strette e dovrà confrontarsi con i demoni creati durante il suo lungo agonizzante rapporto col cannibale. Infine nella terza stagione, ambientata anni dopo, Hannibal si ritrova nella famosa teca di vetro. Ma nulla può fermare il mostro che è dentro di lui. Ha condizionato le menti e di conseguenza le vite di tutti i personaggi entrati in contatto con lui. Persino la ex psichiatra nonchè compagna di Hannibal è succube degli eventi (epilogo suo shock!). Dopo uno strano crescendo si arriva al finale forse necessario e unico. Nel complesso ripensandoci non è stata una serie malaccio, pecca la lunghezza dei discorsi troppo psicopatologici e articolati che mi ha parecchio annoiato. Certe puntate sembravano non finire mai. Non succede niente perchè il caos è dentro la testa di Will e compari. Nonostante l'attore sia stato perfetto nel suo ruolo l'intera serie non è riuscita a far breccia nella sottoscritta.

Saya♥

giovedì 28 aprile 2016

Tomorrowland. Il mondo di domani

L'altra sera ho visto un film che mi aveva incurisito, parcheggiato nei meandri delle mie interminabili liste è rispuntato al momento giusto Contiene spoiler.


Titolo: Tomorrowland. Il mondo di domani
Uscita Cinema: 21 maggio 2015
TRAILER

Tomorrowland è un mondo parallelo in cui bisogna per entrare bisogna essere invitati, ma per avere l'onore di poter andare a vivere in questo posto stupendo bisogna anche essere un inventore geniale. E' questo il sogno del piccolo Frank Walker che grazie ad Athena, una bambina speciale, riuscirà a far avverare il suo sogno. Purtroppo come tutte le cose prima o poi hanno una fine. Salto temporale, siamo ai giorni nostri, Casey Newton è una ragazza piena di risorse, tutto comincia quando incappa per caso in una spilletta strana che la trasporta solo visivamente alla Tomorroland di un tempo. Le cose si complicano quando Athena, la bambina che era addetta a reclutare geni, la contatta e la mette a conoscenza di una dura realtà. Il film mi ha ricordato una sorta di moderna storia infinita, piena di action e fantavolosi effetti speciali. La storia è avventurosa e non si perde in troppe spiegazioni. E' così punto. Accettata la situazione si va verso la scoperta e la salvezza di Tomorrowland ma anche del mondo intero. Un film carino che tiene alto il ritmo.



Buona visione
Saya♥

mercoledì 27 aprile 2016

wipe your eyes

Quando senti che non va, quando sai che stai sbagliando, quando stai per scoppiare, ricorda noi ci saremo sempre, saremo la tua àncora.
Do you know how to realise?
proveremo a dirci basta, solo a dirci che non ne vale la pena,
maybe just one minute more could have saved what you are crying for but I’m gone… 

qualche gioco di parole sarà la soluzione per sentirmi meno male...
It was my moment, not just something that I could decide it didn’t happen just,
soltanto mezzo respiro ancora, prima di dirci addio,
because you didn’t stop my ride,
proverò a convicermi, forse a non illudermi, a dirmi che era meglio così...
It’s not our world me minus you,
il peggio è arrivato alla fine
la rosa ha mostrato le spine

so wipe your eyes...
Ma quando volerai via sarai felice?

Saya♥

martedì 26 aprile 2016

Allegiant

Come molti di voi amo leggere e poi guardare i film tratti, ispirati o vagamente rassomigliati qualche libro. Non potevo non concedermi Allegiant, il sequel della distopica avventura dell'indomabile Tris Prior. Contiene spoiler.


Titolo: Allegiant
Uscita Cinema: 9 marzo 2016
TRAILER

http://www.vivereinunlibro.it/2015/04/recensione-allegiant.htmlAllegiant è il terzo capitolo della quadrilogia filmesca Divergent. In realtà i libri sono tre ma come sempre capita anche questa trilogia è stata spacchettata in quattro film. Se i primi due mi erano parecchio piaciuti, questo terzo film mi ha lasciato indifferente. Non ho capito che senso ha avuto allungare il brodo di un libro già poco comprensibile. Non molti infatti hanno capito il senso del finale scelto da Veronica Roth, l’autrice, e questo allungamento del brodo altro non fa che annoiare. Ok scappano, vanno fuori da la loro città fatta di fazioni per finire in un altro quartier generale in cui spiegano un po’ tutti i magheggi dietro all’esperimento delle fazioni. E.. Tris fa macello e ritorna alla sua città natia. Inutile passaggio. Tobias alias Quattro, è un personaggio che nei libri ho rivalutato solo dopo aver letto la sua versione dei fatti. Nel film non mi dice niente, vuole fare l’ombroso ma gli riesce molto male. Probabilmente è perché a me l’attore non piace. Per concludere nel complesso è un film da vedere per completezza di trama ma non mi ha detto niente. Confido nel capitolo finale Ascendant.


Buona visione
Saya♥

giovedì 14 aprile 2016

Auguri Amore

Ciao Tesoro mio, mi sono preso la briga di entrare nel tuo sito per augurarti uno splendido compleanno e per dirti un paio di cose che sicuramente già sai.


Insomma tantissimi auguri piccola Saya!
Auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii.
Io ti sento, ti vivo, ti amo.

Tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanti auguri a Saya... tanti auguri a te!!!

giovedì 7 aprile 2016

Batman v Superman

Ho visto il tanto temuto film. L'ho visto con le peggiori paure e pronta a criticare ogni singolo fotogramma in cui Ben Affleck compariva. L'ho visto pensando di trovarmi davanti una battaglia epica. Invece... Contiene spoiler.


Titolo: Batman v Superman
Uscita Cinema: 23 marzo 2016
TRAILER

Partiamo subito dalla nota dolente. L'attore che interpreta Batman non è giusto per la parte. Purtroppo dopo aver visto Christian Bale interpretare il cavaliere oscuro, chiunque sarebbe risultato inadeguato. Nessuno era all'altezza di quell'interpretazione e registi/attori/produzione dovevano aspettarselo. Ecco perché avrei messo un perfetto sconosciuto. Ben Affleck oltre a ricordarci ogni volta il cieco Dardevil, è troppo vecchio, troppo grosso e ha il viso troppo bontempone. Tutto questo rivestito di nero porta solo a squotimenti di testa disapprovanti. Per citare la giusta osservazione del marito, questo film è il sequel di Superman. Nonostante Bruce Wayne sia uno dei protagonisti, l'effetto finale è che non sia un film centrato su di lui ma sull'alieno Clark Kent. Assistiamo al classico rovesciamento dell'eroe. Troppi poteri spaventano per cui l'eroe diventa improvvisamente troppo pericoloso. Ogni cosa che Superman compie viene passata al microscopio e si giunge a credere che sia il male. Inoltre un complotto architettato dal giovane Lex Luthor porterà l'intera città contro il malaugurato alieno volante. E che c'entra Bruce in tutto questo? Ma come non lo sapete che Gotham è solo a un fiume di distanza da Metropolis? Ebbene si! Sono le due city confinanti ad avvicinare i due super eroi. Batman, fomentato da Lex Luthor, crede che sia l'unico in grado di sconfiggere Superman e fermarlo prima che distrugga l'intera umanità. La prima parte del film è tutta centrata su Bruce Wayne che si prepara al grande scontro e Superman che cade come una pera nei trucchetti architettati da Lex per screditare il povero alieno. Cinque minuti di scontro tra titani e zac! Basta la mamma per rimettere tutto al proprio posto. Eh si perché la mamma di Clark Kent si chiama Martha come la defunta Martha Wayen madre di Batman. Tadaaaa amicissimi si alleano contro un mostro creato da Lex. Eppoi arriva lei..WW..Wonder Woman che nonostante le critiche di chi è venuto al cinema con me, è stata sublime. Sono curiosa di vedere il suo film nel 2017. E che dire..perché Luthor ce l'ha tanto con Superman? Perché è invidioso, perché si considera l'antitesi o semplicemente perché è pazzo e pieno di soldi (tempo da perdere). In conclusione carino, si lascia guardare come un sequel di Superman che incontra Batman e Wonder Woman che passano di li per caso e boh si alleano nella Justice League (ancora no).

Buona visione
Saya♥

martedì 5 aprile 2016

Asterix e il regno degli Dei & Snoopy & Friends

Asterix mi è sempre piaciuto, fin da bambina se c'era un cartone breve o un film lo guardavo. L'idea di questi Galli che imperterriti rimangono a difesa della loro città come ultimo baluardo servendosi della magica pozione, mi ha sempre affascinato. Inoltre mi sono vista Snoopy & Friends film tratto dalle conosciute striscie. Dolciotto sopratutto il rapporto Snoopy-Charlie Brown. Contiene spoiler.

Titolo: Asterix e il regno degli Dei
Uscita Cinema: 15 gennaio 2015


Titolo: Snoopy & Friends. Il film dei Peanuts
Uscita Cinema: 5 novembre 2015


Stessa cosa vale per i Peanuts. Letti, amati e visti con piacere sul grande schermo. Snoopy e Woodstock fanno ridere insieme alle avventure del Barone Rosso. Il resto dei Peanuts è proprio come te lo aspetti, con anche il cameo Lucy-Charlie Brown palla da football e chiosco dello psichiatra. Linus e la sua copertina insieme agli altri con le loro caratteristiche che ben conosciamo, hanno portato alla creazione di una storiella tra bimbi, dolce, in cui lo sfortunato Charlie Brown innamorato perso della nuova bambina, tenta in tutti i modi di fare colpo fallendo ogni volta perché si sa che la semplicità è sempre l'arma migliore. Piacevole e soffice, da vedere sotto le coperte.

Buona visione
Saya